La Regione Puglia al Wired Next Fest 2019 di Firenze

Riflettori accesi sull’aerospazio pugliese al Wired Next Fest di Firenze, un settore capace di interpretare e reinterpretare le prossime sfide dell’industria nazionale ed europea dei trasporti e il ruolo della Puglia in questo scenario.

L’appuntamento fiorentino del Wired Next Fest, in programma a Palazzo Vecchio dal 27 al 29 settembre, è infatti il più importante festival italiano che celebra e racconta la scienza, la tecnologia, il business, la rete, la ricerca, l’innovazione sociale, la voglia di cambiamento e l’evoluzione. All'evento, organizzato da Wired Italia e giunto alla decima edizione, la Regione partecipa in collaborazione con la sua società in house Puglia Sviluppo, per promuovere la Puglia e gli strumenti regionali di agevolazione per le imprese e le startup che hanno promosso l’innovazione e reso attrattivo il territorio creando reti di collaborazione tra aziende e sistema della ricerca.

Tema dell’edizione di quest’anno le “Persone”. In sostanza viene celebrato il fattore umano perché dietro ad ogni invenzione o scoperta, idea o opera d’arte, ci sono, appunto, le persone, che possono avere successo o fallire, ma diventano sempre più capaci di adattarsi ai cambiamenti di una società complessa e spesso frammentata.

A spiegalo è l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Cosimo Borraccino: “Le persone e le innovazioni per il loro benessere – sottolinea – sono protagoniste delle nostre politiche regionali. Il Wired Next Fest le celebra in una platea di innovatori, esaltando la loro capacità di adattarsi ai cambiamenti. Una versatilità propria delle politiche industriali attuate dalla Regione Puglia, che si sono mostrate capaci di accompagnare le trasformazioni dell’economia e di intercettare nuovi bisogni e nuove esigenze, spesso attivando importanti percorsi partecipativi. L’aerospazio, che sarà protagonista sul palcoscenico del Festival di Firenze è uno dei temi chiave delle nostre strategie non soltanto per il ruolo che riveste nei trasporti ma anche per la carica innovativa che dissemina in modo trasversale in ogni comparto dell’economia e della vita quotidiana. Per descriverne l’importanza nella nostra economia vorrei riferire solo un dato. Nel 2018 il valore dell’export pugliese ha inciso sul risultato esportativo nazionale per il 10% circa, nel 2009 valeva meno del 5%”.

A rappresentare l’aerospazio pugliese sul palcoscenico fiorentino, sabato 28 settembre (dalle 10,30 alle 11), sarà il presidente dei due Distretti aerospaziali pugliesi (tecnologico e produttivo) Giuseppe Acierno, nell’intervento dal titolo “Spazio per tutti”. “La rivoluzione dei trasporti – spiega – avanza velocemente coinvolgendo terra, aria, mare e soprattutto lo spazio. Viaggiamo nella direzione di uno sviluppo del trasporto spaziale come un trasporto che in un futuro non lontano diverrà comune, al pari degli altri. Le tecnologie spaziali hanno oramai invaso la nostra vita quotidiana, i satelliti governano sempre più le telecomunicazioni, la meteorologia, i servizi di navigazione e favoriscono l’emergere di nuovi servizi utili a migliorare la vita dei cittadini; la sfida all’avvio del turismo spaziale è già lanciata da tempo. In questo scenario si muovono la Regione Puglia ed il Distretto aerospaziale, che attraverso le proprie capacità industriali, scientifiche ed infrastrutturali, a partire dallo Space Port di Grottaglie, vogliono sostenere e rafforzare la competitività dell’industria nazionale ed europea dei trasporti”.

L’appuntamento fiorentino è un lungo week end ricco di interviste, workshop, laboratori, exhibit, performance artistiche e concerti, grazie alla partecipazione di esperti e opinion leader di rilievo nazionale e internazionale.

La Regione Puglia (Sezione Internazionalizzazione) sarà presente all’evento anche con un desk presidiato da Puglia Sviluppo, dove saranno illustrati tutti gli incentivi regionali per le aziende: 12 strumenti attivi per le imprese di ogni dimensione e per le startup interessate ad investire in Puglia.

Tra gli speaker, oltre a Giuseppe Acierno, Matteo Renzi, James Williams, Beatrice Venezi, Fabrizio Salini, Barbara Mazzolai, Silvio Orlando, Carlo Conti, Luigi De Siervo, Francesca Rossi, Brunello Cucinelli, Nenna Nwarkanma, Lorenzo Bini Smaghi, Francesca Archibugi, Ferzan Ozpetek, Eleonora Marangoni, Jonathan Symmonds, Camihawke, Tito Stagno, Herbert Ballerina, Sofia Viscardi, Greta Menchi, Mark O'Connell, Gianluigi Paragone, Achille Lauro, Matt&Bise, Roberto Vittori, Giuseppe Battiston e molti altri.