Expo di Dubai: al via gli incontri delle PMI pugliesi con stakeholders ed investitori emiratini

La missione istituzionale della Regione Puglia all’Expo Dubai entra nel vivo con l’avvio degli incontri business to business tra imprese pugliesi e oltre venti tra stakeholders internazionali, investitori emiratini ed operatori di settore.

Nella Ballroom Crowne Plaza Hotel Dubai Marina è stato organizzato l’evento “Apulia, the aerospace region”, nel corso del quale il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’Ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti Nicola Lener hanno illustrato la volontà di stringere legami e creare nuove opportunità di sviluppo.

Presenti all’evento, che ha visto la partecipazione di numerose imprese straniere, i rappresentanti di Ethmar Holding, con sede ad Abu Dhabi, sotto la guida di H.H. Sheik Hamdan Bin Mohammed Bin Zayed Al Nahyan. La holding opera principalmente nei settori Energia, Immobiliare, Tecnologia ed Innovazione, Sanità, Investimenti, Commercio, Ospitalità. Nel settembre 2021 Ethmar Holdings ha fondato una società di trasporti che utilizzerà i droni per il settore sanitario. Ethmar Holding, ha stretto un accordo con Apex Al Wataniya Logistics e la società di robotica Averro Technology per creare appunto un'impresa di trasporti basata su impiego dei droni: chiamata SkyGo, la società inizierà le operazioni il prossimo anno con una rete di 40 stazioni per fornire servizi di assistenza nel settore sanitario ad Abu Dhabi. La nuova impresa mira a diventare una società di trasporto unica nel settore sanitario specializzata nell'utilizzo delle ultime tecnologie di droni.

E anche la Managing Director di Hawkesmore Ltd, una società di consulenza specializzata in difesa e sicurezza che opera con clienti in tutto il Medio Oriente. La società fornisce molteplici servizi ai propri partner, integrando le ultime tecnologie, per fornire soluzioni implementabili nel tempo.

“Noi siamo felici ogni volta che incontriamo una persona che non conosciamo, perché siamo curiosi di imparare, di stringere legami e amicizia e dare il nostro piccolo contributo alla pace fra i popoli del mondo. Noi quando diciamo una cosa poi la facciamo sul serio e le imprese italiane qui presenti lo possono confermare. Per me è un onore avere al fianco la Repubblica italiana e per ringrazio l’Ambasciatore Lener per la sua partecipazione” ha dichiarato il presidente Michele Emiliano.

“Siamo felicissimi di ricevere qui negli Emirati la Regione Puglia per mostrare la ricchezza della diversità dell’Italia in tutte le sue componenti - ha detto l’Ambasciatore Nicola Lener - La Regione Puglia ha tante carte da giocare in questo Paese che non è soltanto un mercato di dieci milioni di persone ma è una grande piattaforma per la macroarea che ruota intorno agli Emirati Arabi Uniti. La Regione Puglia con il Distretto aerospaziale e tutte le sue eccellenze tecnologiche può davvero dire la sua in questo Paese puntando sulla innovazione, sulla tecnologia e su un Paese che è estremamente curioso di guardare avanti e sperimentare nuove strade. Credo che le opportunità per un partenariato ci siano tutte e l’Italia, la Repubblica, l’Ambasciata è pronta a sostenere queste eccellenze regionali”.

“Sono numerosi i fattori che rendono attrattiva la nostra regione - ha spiegato l’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci agli ospiti emiratini -  Da un punto di vista industriale i vantaggi delle Zone Economiche Speciali occupano un posto di notevole importanza. Avere due ZES ci consente di offrire a chi viene ad investire in Puglia una serie di incentivi nazionali e regionali, procedure di insediamento semplificate per sburocratizzare le procedure e di rendere così la Puglia, coi suoi porti e aeroporti, il centro del Mediterraneo. I motivi per cui venire ad investire da noi sono anche nella capacità pugliese di produrre e innovare, nello straordinario capitale umano formato dalle nostre università, tre pubbliche, una privata e un Politecnico che contano circa 250 corsi di laurea molti dei quali in lingua inglese. Inoltre possiamo contare sull’unica rete aeroportuale italiana, con l’aeroporto di Grottaglie designato unico Spazioporto nazionale e Test Bed per la sperimentazione degli aeromobili unmanned. Tutto questo senza considerare il nostro patrimonio culturale e paesaggistico, la nostra storia, le nostre tradizioni che fanno della Puglia un luogo in cui vale la pena vivere e investire”.

La direttrice del Dipartimento Sviluppo economico, Gianna Elisa Berlingerio, e il dirigente della Sezione Internazionalizzazione, Giuseppe Pastore, hanno illustrato le misure e le azioni  della Regione Puglia per attrarre e sostenere gli investimenti nel settore della space economy. Theresa Mulloy, program manager Internazionalizzazione e attrazione investimenti, ha presentato le imprese della delegazione pugliese.