10 buone ragioni per fare business in Puglia. Con piacere.

 

Puglia. Fare business e? un piacere. Creativita?, bellezza e innovazione sono le materie prime della Puglia. Non sono reperibili in qualunque posto. In Puglia sono gratis.

 

10 Buone ragioni per fare business in Puglia con piacere

È uno straordinario mix di saperi antichi, di industrie manifatturiere, di autentico stile italiano e qualità inimitabile, con una innata propensione all’innovazione tecnologica, all’economia verde e all’industria creativa.

Aerospazio
80 grandi e piccole imprese.
6.000 ricercatori e impiegati.
452,9 milioni l’export nel 2014, +15,3% rispetto al 2013.
L’unica regione italiana con la filiera completa. Leader nei materiali compositi in fibra di carbonio, nei sistemi intelligenti motoristici, aeronautici e spaziali. Un aeroporto dedicato “Test Bed” di APR (aeromobili a pilotaggio remoto).

Green economy
20.760 imprese hanno investito in prodotti e tecnologie verdi. Leader in Italia per la produzione di energie rinnovabili: eoliche, solari e bioenergie.
Il 44,3% dei consumi di energia elettrica è coperto da fonti rinnovabili.

Meccanica e meccatronica
7.840 imprese e 49.288 lavoratori.
2,4 miliardi l'export nel 2014, + 5% rispetto al 2013.
Leader nell'automotive, nei macchinari per la diagnostica della rete ferroviaria, nella produzione di linee di produzione automatizzate, nel campo biomedicale.

Agroalimentare
82.993 imprese e 245.640 lavoratori.
1,4 miliardi l'export nel 2014, +0,7% rispetto al 2013.
Leader italiano per produzione ed export di olio di oliva, vino, grano duro, uva da tavola, pomodori, mandorle, olive, carciofi e ciliegie, ortofrutta da coltivazione biologica. Ampia gamma di prodotti tipici certificati.

Moda
4.782 imprese e 42.402 lavoratori.
675,2 milioni l'export nel 2014, + 10,5% rispetto al 2013.
Sartoria di altissima gamma e innovazione tecnologica. Leader per gli abiti da sposa e cerimonia.

Sistema casa
3.412 imprese e 19.460 addetti.
362,3 milioni l'export nel 2014, +1,5% rispetto al 2013.
Brand internazionali producono e creano in Puglia. Leader per il mobile imbottito, in crescita il comparto della domotica e il design.

Collocata a sud-est della penisola italiana, al centro del Mediterraneo, è da sempre ed ancora oggi attraversata dai grandi corridoi internazionali est-ovest e nord-sud.
La Puglia è una piattaforma logistica per i trasporti di merci e persone nel mezzo del Mediterraneo, con ottimi collegamenti via aerea, mare, ferro e strada.
Dal punto di vista infrastrutturale la Regione Puglia ha una completa dotazione così composta:

9 PORTI
3 porti maggiori
Taranto (transhipment container hub), Bari e Brindisi (trasporti merce e persone).
6 porti minori
Manfredonia (Fg), Barletta (Bt), Molfetta (Ba), Monopoli (Ba), Otranto (Le), Gallipoli (Le).

4 AEROPORTI
2 aeroporti internazionali
di Bari e di Brindisi.
1 aeroporto interno
di Foggia.
1 aeroporto cargo
di Taranto.
Circa 60 città europee
collegate con voli passeggeri diretti.

RETE FERROVIARIA 1584,4 chilometri.

STRADE tra le migliori in Italia, 12.000 chilometri.

Un grande interporto per trasferimento merci.
Un centro congressi internazionale
e una filiera per l’incentive.

Popolazione di 30-34 anni laureata
Sud Italia: 18,2%
Puglia: 20,8%

Indice di vecchiaia
Italia: 154,1%
Puglia: 139,9%

NIDI (Nuove iniziative di impresa)
54 milioni a disposizione rendono
possibile l’avvio di nuove microimprese
con un investimento compreso tra i
10.000 ed i 150.000 euro.

Programma per i giovani “Bollenti spiriti”
780 start up e progetti giovanili finanziati con Principi Attivi
109 laboratori urbani (spazi sociali per i giovani nati dal recupero di ex edifici pubblici abbandonati).

Garanzia per i giovani 120,4 milioni di budget.

Una politica industriale regionale per lo sviluppo, basata su 5 pilastri
Sostegno con incentivi agli investimenti produttivi, alla ricerca ed all’innovazione.
Accesso al credito.
Politiche attive del lavoro.
Sostegno ai processi d’internazionalizzazione.
Potenziamento delle aree industriali.

Alcune iniziative di successo “Made in Puglia”
La progettazione e fabbricazione di componenti in fibra di carbonio del 787 Dreamliner.
I sistemi di diagnostica ferroviaria di un’azienda meccatronica e multinazionale di Monopoli (Ba).
Sofisticato microchip realizzato da un’azienda di Modugno (Ba) per il Robot Curiosity della NASA, atterrato su Marte nel 2012.

Alcune multinazionali che hanno investito in Puglia
Alenia Aermacchi / AgustaWestland / Ansaldo - Finmeccanica / Birra Peroni - SABMiller Plc / Centro Studi Componenti per Veicoli - Bosch / Exprivia / Getrag Corporate Group / Magneti Marelli Holding - Fiat / Merck Serono - Merck KGaA / MerMec / Nuovo Pignone - General Electric / O-I-Manufacturing Italy - Owens-Illinois / Porsche / Sanofi Aventis / Salver - Invesco / Vetrerie Meridionali - Owens-Illinois / Wind Telecomunicazioni - VimplCom Ltd.
I gruppi esteri provengono prevalentemente da:
Francia, Germania, Regno Unito, Russia e USA.

Distretti produttivi
Aerospaziale / Agroalimentare di Qualità Jonico-Salentino / Agroalimentare di Qualità Terre Federiciane / Ambiente e Riutilizzo / Comunicazione, Editoria, Industria Grafica e Cartotecnica “Dialogòi” / Edilizia Sostenibile / Energie Rinnovabili ed Efficienza energetica ‘La Nuova Energia’ / Filiera Moda / Florovivaistico / Informatica / Lapideo / Legno / Arredo / Logistico / Meccanica / Nautica da Diporto / Pesca e Acquacoltura / Puglia Creativa / Turismo.

Gli interventi regionali sono “a sportello”, privi di una scadenza prefissata, sempre aperti in funzione della disponibilità delle risorse. Le istruttorie sono semplificate con procedure online attraverso il portale Sistema Puglia. I tempi di valutazione e gestione delle domande sono brevi. L’interlocuzione diretta con le imprese è continua. Le imprese possono realizzare i loro progetti in modo veloce ed efficace.

Incentivi mirati,
flessibili e con procedure a sportello.

Istruttorie semplificate
attraverso le procedure online.

Tempi brevi
valutazione dei progetti di investimento.

Interlocuzione diretta
con le imprese da parte della società regionale Puglia Sviluppo Spa.

Tra il 2009 e il 2014
Movimentati investimenti per quasi 4 miliardi di euro con poco più di 1 miliardo di risorse pubbliche.
Coinvolte 11.346 imprese.
Agevolate 11.279 iniziative.
Lavoro per oltre 27.500 persone, tra posti confermati e nuove assunzioni.

I NUOVI STRUMENTI DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE

Contratti di Programma
Rivolti a grandi imprese, favoriscono sviluppo, competitività e attrattività dei territori, finanziando investimenti per macchinari, suolo, opere murarie, ricerca e sviluppo, servizi per l’innovazione. Agevolano investimenti tra 5 e 100 milioni di euro.

Incubatori per le imprese
La società regionale Puglia Sviluppo Spa fa parte della rete europea EBN Innovation Network e mette a disposizione di start up e imprese innovative, due incubatori nelle sedi di Modugno (Ba) e Casarano (Le), con costi vantaggiosi, dotati di banda ultralarga a 100 mbps, servizi e spazi di lavoro. Avvisi su www.pugliasviluppo.eu.


PROGRAMMI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONI - PIA

PIA Piccole Imprese
Coinvolgono le piccole imprese nei processi di sviluppo, favorendo la realizzazione di nuove unità produttive, l’ampliamento di quelle esistenti, la diversificazione di prodotti e processi. Agevolano investimenti tra 1 e 20 milioni di euro.

PIA Turismo
Destinati a imprese di tutte le dimensioni, migliorano l’offerta turistica territoriale e favoriscono la destagionalizzazione. Agevolano investimenti tra 1 e 40 milioni di euro.

PIA Medie Imprese
Rivolti alle medie imprese, finanziano macchinari, suolo, opere murarie, ricerca e sviluppo, servizi per internazionalizzazione, e-business e tutela dell’ambiente. Creano occupazione, stabilità sociale e dinamismo economico. Agevolano investimenti tra 1 e 40 milioni di euro.

Al 31 dicembre 2014 la Regione Puglia ha certificato alla Commissione Europea una spesa pari al 75% dei Programmi Fesr e Fse che corrisponde in termini assoluti a 4,96 miliardi di euro, superando, per entrambi i programmi, i target di spesa stabiliti dagli obiettivi comunitari.

Nanotecnologie, microlavorazioni laser, risonanza magnetica e tecniche di ricerca avanzata, applicate all’aerospazio, alla meccatronica, all’agroalimentare, all’energia rinnovabile e alle biotecnologie, animano la ricerca made in Puglia contribuendo all’innovazione di processo e di prodotto.

4 UNIVERSITA',
1 POLITECNICO, l'unico del Mezzogiorno,
252 corsi di laurea.


Il Parco tecnologico di Tecnopolis.


Il Ciheam, organizzazione intergovernativa alla quale aderiscono 13 Paesi mediterranei, ha a Bari un centro di eccellenza di formazione postuniversitaria, ricerca e progettazione.


Principali enti pubblici di ricerca scientifica come CNR, ENEA, INFN, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, il centro ricerche Bonomo, istituti di ricerca di rilievo internazionale.


6 Distretti tecnologici
D.A.Re Agroalimentare, Dhitech High Tech, Di.T.N.E Energia, Dta Aerospaziale, H-BIO Biotecnologie, Medis Meccatronica.


5 aggregazioni pubblico-private per la ricerca:
Innovaal, MBLab, Textra, Risma, Ritma.


230 soggetti lavorano insieme: reti di laboratori pubblici, ILO (Uffici per il trasferimento tecnologico), Spin off, imprese innovative.

TOP 30 NEL MONDO
Tra 1.337 università di vari continenti, le produzioni scientifiche del Politecnico e delle università, conquistano posizioni di rilievo nella classifica (Global Research Benchmarking System).

Secondo le stime della Banca d’Italia, la programmazione dei fondi 2007-2013 della Regione Puglia si caratterizza per il peso notevole dato a ricerca e innovazione (15% dei fondi pubblici a fronte dell’8,2% del Mezzogiorno). È così cresciuta la spesa totale per ricerca e sviluppo in Puglia dal 1999 al 2011, confermando la regione come quella più attiva del Mezzogiorno.

La Puglia è 5° in Italia per imprese che fanno ricerca.

Grazie al sistema integrato di politiche regionali di sostegno alla università e centri di ricerca, la Puglia è 1° nel Mezzogiorno per numero di richieste di brevetti.

La Puglia è oggi un luogo cool per i matrimoni ed i viaggi vip, per gli eventi aziendali di alta gamma. Il mercato immobiliare gode di una forte domanda da parte di chi da ogni parte del mondo decide di trasferirsi o di acquistare una masseria o un palazzo storico In Puglia.

Brand PUGLIA
Top of the minds tra le destinazioni italiane per vacanze nel 2015.*
Brand association: ospitale, bella, autentica, cool, amica della natura.*
Circa 300 produzioni cinematografiche internazionali hanno girato film in Puglia negli ultimi 9 anni.
*Sondaggio realizzato da SWG 2015 in Francia, Gran Bretagna, Germania, Austria, Belgio, Paesi Bassi.

La Puglia è attraente
Punta sul turismo sostenibile e non di massa, sebbene abbia oltre 13 milioni di presenze turistiche all’anno.
Leader in Italia per l’incoming dall’estero: +9,2% nel 2014, Italia -0,1%.
Insieme alla Toscana è destinazione cool per eventi di alta gamma: matrimoni VIP (Justin Timberlake, famiglia reale inglese, mercati principali India e Emirati Arabi) ed eventi incentive aziendali (masserie e trulli come location privilegiate).

DICONO DI NOI
National Geographic One of the top word destination for 2014.
Lonely Planet La Puglia è una delle best value travel destinations in the world for 2014, una vera e propria regina.
New York Times Italy’s Magical Puglia Region.
Huffington Post US È uno dei 15 posti del mondo da visitare prima che diventino famose e affollate.
Lifestyle Woman Un viaggio per tutti i sensi.
Jetwings International La Puglia è una delle terre dai segreti meglio conservati e non c’è niente di più naturalmente italiano... vero paradiso.
The Guardian Italia Incontaminata.
Il Sole 24 Ore Gli imprenditori percepiscono in Puglia un contesto più favorevole agli investimenti di quanto non avvenga nelle altre regioni del Mezzogiorno.
Banca d’Italia In Puglia i docenti migliori del Mezzogiorno.
Report Rai Tre, Milena Gabanelli Chi l’avrebbe mai detto che il sistema che ha rivoluzionato il motore diesel nel mondo, il common rail, è nato nel paesino pugliese di Modugno.

Sarà dato nuovo impulso ai settori emergenti, già ritenuti strategici nella precedente programmazione e con una posizione di rilievo negli ultimi anni, basati sull’economia della conoscenza e sull’innovazione, come l’aerospazio, la meccatronica e la green economy.
La nuova mappa del futuro è orientata alle specializzazioni intelligenti per una smart Puglia, cioè regione capace di politiche intelligenti e integrate fra loro. Così la Puglia del futuro sarà attrattiva, competitiva, inclusiva, consapevole e responsabile, connessa e integrata.
Cinque i settori smart con massima specializzazione per la Puglia: Micro e nanoelettronica, Nanotecnologie, Biotecnologie, Materiali avanzati, Produzione e trasformazione avanzate.