Archivio delle Notizie relative ai pugliesi nel mondo

Elenco delle News

Presentazione del libro "Milano e il mare dentro" - Roma, 26 maggio 2016

Dopo il successo delle presentazioni di Milano (Salone degli Affreschi, 13 maggio 2016) e Torino (Salone Internazionale del Libro, 15 maggio 2016), l'Associazione Regionale Pugliesi di Milano si sposta a Roma per la presentazione del libro di Giuseppe Selvaggi "Milano e il mare dentro. Sopravvivere alla metropoli" (Ed. Insieme), presso la prestigiosissima sede dei Musei Capitolini nella Sala dei Conservatori.

L'evento si terrà giovedì 26 maggio alle ore 16.30 alla presenza del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e del Commissario Straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca. Sono previsti gli interventi dell'autore, del Sub-Commissario di Roma nonché Presidente dell'ARP Milano Camillo de Milato e del noto giornalista Marcello Veneziani. Introduce e modera l'incontro Agostino Picicco, Coordinatore di Presidenza dell'Università Cattolica di Milano, scrittore e giornalista. Si segnala anche l'ampio coinvolgimento di altre associazioni di pugliesi presenti sul territorio nazionale che parteciperanno all'iniziativa.

- Milano e il mare dentro. Sopravvivere alla metropoli.
"Il percorso iniziale è da Sud a Nord. Dal paese mediterraneo alla città europea. Cesura e innesto nella nuova realtà. Studio e lavoro. Radici e frutti. Sogni e soldi. Ambizioni e consumo.
Il viaggio successivo è più ampio e complesso: Milano Bisceglie Milano. Due mondi diversi, andata e ritorno. Due universi. Che l'autore conosce nelle pieghe e nelle piaghe - perché ha occhi per vedere e cuore per sentire - e prova ad accordare, raccontandoli con intelligenza filosofica e dovizia di aneddoti sapienziali. La prima costellazione è solare e umana, lì "dove i tempi e gli spazi si dilatano all'inverosimile"; l'altra è concreta e frenetica, lì "dove il recupero è affidato al silenzio della festività", alla dimensione religiosa domenicale, mentre il feriale è laico: legato all'obliteratrice della metro, varcata la quale, come al nastro di partenza, c'è da scattare e basta, per protrarre la corsa senza sosta.
Avviluppato al cuore e alla mente, l'autore estende la propria ricerca di senso all'uno e all'altro mondo, confrontandosi con gli ambienti di vita concreta e i volti che li abitano.
Il testo è un rogo che arde sui ceppi del vissuto.
Allora: Milano o il luogo natio? La giostra dei fattori identitari richiede un altro giro.
"

In allegato al locandina dell'evento.